“Io Donna”, inserto del Corriere della Sera, scrive della “Dorica” del Birrificio di Paestum

Bella soddisfazione per Ilaria Marino, Pasquale Di Masi e Andrea Bambacaro, che hanno visto la loro “Dorica” su “Io Donna”, l’inserto settimanale del Corriere della Sera

Rate this item
(1 Vote)

Non è un grande articolo, ma solamente un trafiletto; però, è pubblicato sul più famoso quotidiano italiano, che arriva a soli 3 mesi dall’uscita sul mercato della loro prima birra, la Dorica appunto. Il Birrificio di Paestum, oltre alla Dorica (la Bionda di Paestum), ha in programma una rossa (la Corinzia),  che sarà in uscita ad inizio ottobre, e una weizen (la Ionica), la cui commercializzazione è prevista per la prossima primavera.

Sin dai “primi passi”, questa birra si è distinta per la sua bella schiuma, la grande bevibilità e la sua immagine accattivante. Infatti, sull’etichetta troviamo un acquerello del famoso artista pestano, il professore Bruno Bambacaro che è il papà di Andrea.

Ecco cosa c’è scritto su “Io Donna”, sulla pagina curata dalla giornalista Angela Frenda: “Il Tempio della birra – Si chiama Birra Dorica e viene prodotta a Paestum questa nuova creatura cilentana. Dal (neanche a dirlo) Birrificio di Paestum. E tutto, in questa bevanda, vi ricorderà quella terra. A cominciare dall’etichetta: tratteggiati ad acquerello sono raffigurati i famosi templi. Perfetta anche con piatti strutturati”.
Voglio farvi una piccola segnalazione tecnica: alcune birre si spacciano per locali, ma in realtà sono prodotte in altri birrifici, alcuni addirittura in altre regioni. Basta guardare il retro dell’etichetta. La Dorica, invece, è prodotta e imbottigliata dal Birrificio di Paestum che ha sede e stabilimento sulla Statale 18.

Da provare.

Fonte: diodatobuonora.blog.tiscali.it

 

Last modified on Mercoledì, 18 Aprile 2018 15:30

Cerca

Categorie